Informativa estesa sui Cookie: questo sito fa uso di Cookie tecnici e di terze parti, non fa uso di Cookie di profilazione. ACCETTO LEGGI

Manutenzione serramenti antipanico

Per garantire prestazioni in conformità alle norme vigenti, UNI EN 1125:2008, dovrebbero essere effettuati i seguenti controlli di manutenzione ordinaria a intervalli non maggiori di un mese (o del periodo raccomandato dal produttore).
Poiché il controllo e la manutenzione possono temporaneamente ridurre l'efficienza della protezione antincendio, la persona responsabile deve prendere in considerazione l'adozione di ulteriori misure di sicurezza.

VUOI VERIFICARE LO STATO DEI TUOI SERRAMENTI ANTIPANICO ?
CHIEDI UN CONSULTO AI NOSTRI TECNICI

CONTROLLI ED INTERVENTI

Maniglione antipanico

Controlli da effettuare

Di seguito vengono riportati i controlli da effettuare con cadenzamensile

  • Ispezionare e azionare il dispositivo per le uscite antipanico per assicurare che tutti i componenti siano in condizioni di funzionamento soddisfacenti; Utilizzando un dinamometro misurare e registrare le forze di azionamento per aprire il dispositivo di uscita;
  • Assicurare che la/e controbocchetta/e non sia/siano ostruita/e;
  • Verificare che il dispositivo per le uscite antipanico sia lubrificato in conformità alle istruzioni del produttore;

Controllo delle forze. Maniglioni antipanico

La forza minima necessaria da applicare sulla barra di spinta (maniglione antipanico) per aprire/sbloccare la porta dotate di dispositivo di apertura antipanico conforme alla norma UNI EN 1125 sono:

  • porta non sottoposta a pressione sull'anta: con non deve superare gli 80N. (8 kg) di spinta esercitati;
  • porta sottoposta a pressione sull'anta: tale valore sale a 220N. Con pressione di 1 0O0N sull'anta in direzione dell'uscita (simulazione di situazione di panico).

In maggiore dettaglio si può dire che la forza di apertura, in assenza di carico applicato alla porta, deve rimanere entro gli 80N, agendo al centro della barra oppure a 25 cm dagli estremi della barra (nel caso di porta a due ante la verifica viene effettuata sull'anta secondaria).

Nel caso in cui si voglia simulare la presenza di persone in preda al panico, si applica sull'anta un carico di 1 000N al centro della porta ad un'altezza compresa tra gli 80 e i 120 cm dal pavimento.
La forza di apertura applicata al centro della barra e a 25 cm dagli estremi della barra, non deve richiedere più di 220N.

Il controllo si effettua con un dinamometro intervenendo sui tre punti del maniglione ossia alle due estremità (max.250 mm.) e al centro barra.
La porta deve essere controllata anche nella fase di chiusura con un dinamometro periodicamente tarato. La forza di "arrivo" dell'anta misurata a circa 10cm dalla battuta, non deve superare i SON.

Le manutenzioni semestrali vanno eseguite in seguito all'entrata in vigore del DM del 03.11.2004 che prevede che le operazioni di manutenzione e controllo siano regolarmente registrate nel registro dei controlli come per qualsiasi altro presidio antincendio.

Controllo delle forze maniglione antipanico
Serramenti antipanico

SEI SICURO DI AVER FATTO LA SCELTA GIUSTA ?
CONTATTACI PER UN CONSULTO GRATUITO