Informativa estesa sui Cookie: questo sito fa uso di Cookie tecnici e di terze parti, non fa uso di Cookie di profilazione. ACCETTO LEGGI

Impianti di spegnimento automatici - SPRINKLER

Vuoi verificare lo stato dei tuoi impianti di spegnimento automatici?
Chiedi un consulto gratuito ai nostri tecnici!

I sistemi di spegnimento Sprinkler, o meglio sistemi automatici a pioggia, sono i più diffusi nel mondo per la protezione contro l’incendio nelle attività civili e industriali. Nascono ufficialmente nel 1875 grazie all’americano Parmalee con la costruzione del primo ugello dell’era moderna.

Un sistema sprinkler è costituito da una rete di tubazioni costantemente in pressione di acqua (sistemi a umido) o d’aria (sistemi a secco) alle quali sono collegati gli ugelli chiusi da elementi sensibili al calore.

Tra le sue caratteristiche ricordiamo il funzionamento completamente automatico per il quale è necessaria un’alimentazione idrica altrettanto automatica ma soprattutto la sua affidabilità è così elevata che, da studi della società di assicurazioni Factory Mutual, l’80% degli incendi si riesce a controllare con al massimo l’apertura di 9 testine e nel 50% dei casi addirittura con massimo 3 testine. Il quadro normativo riferito a tali sistemi è piuttosto articolato e complesso ma si può dire senza dubbio che lo standard più utilizzato al mondo è NFPA13 mentre per l’Italia è la normativa europea EN 12845.

SEKURITALIA è in grado di realizzare e installare impianti sprinkler riferendosi sia agli standard americani che europei, con l’esperienza di anni d’attività specializzata nel settore e con la capacità quindi, di intervenire anche in casi molto complessi (magazzini intensivi automatizzati, etc.) o su edifici molto estesi.

IMPIANTI A UMIDO

Gli impianti a umido sono i più comuni, caratterizzati dalle tubazioni costantemente riempite d’acqua in pressione e, l'apertura di una o più testine, causa l'immediata fuoriuscita d’acqua dall'impianto.

È opportuno prevedere l’installazione di questa tipologia di impianti solamente in ambienti che non sono a rischio gelo oppure dove la temperatura ambiente non sia maggiore di 95 °C.

IMPIANTI A PREAZIONE

È la tipologia d'impianto sprinkler appositamente studiato per applicazioni in cui l'accidentalità dell'attivazione dell'impianto è di fondamentale importanza, al fine di garantire prestazioni di intervento tempestive, quando vi è la necessità di proteggere aree molto estese.

Questi sistemi possono essere collegati a un impianto di rivelazione fumi che li comanda oppure possono essere a singolo o doppio interblocco, rappresentando la massima protezione contro l'azionamento involontario del sistema sprinkler, proteggendo quindi l’area interessata da bagnamenti dovuti a rotture accidentali.

Oltre a poter permettere anche un intervento indipendente dalla rivelazione incendi, gli impianti a preazione rappresentano la migliore risposta d'intervento rispetto ai sistema sprinkler a secco.

IMPIANTI A SECCO

Gli impianti a secco sono normalmente caricati con aria o gas inerte in pressione a valle della valvola di allarme e con acqua in pressione a monte della valvola di allarme.

È fondamentale che l’impianto sia provvisto di un'alimentazione permanente di aria/gas inerte per mantenere costantemente in pressione la rete di distribuzione.

È opportuno prevedere l’installazione di questa tipologia di impianti solamente in ambienti che non sono a rischio gelo oppure dove la temperatura ambiente non superi i 70°C.

L'apertura di una o più testine causa la fuoriuscita dell'aria del sistema che gradualmente perde pressione e consente a sua volta l'apertura di una valvola di controllo a secco (tenuta chiusa normalmente dalla stessa pressione dell'aria) e permette così all'acqua di raggiungere le testine già aperte e di fuoriuscire.

Sei sicuro di aver fatto la scelta giusta?
Contattaci per un consulto gratuito!